10% di sconto, novità e promozioni esclusive. Entra nel mondo di Flexie!

Perché la prova di stampa è un ottimo investimento?

La cura del packaging è ormai parte integrante di qualsiasi strategia di marketing, per promuovere nel modo giusto il brand e fare in modo che il cliente arrivi ad associare la bellezza del logo e delle grafiche alla bontà del prodotto. Per valutare se lo studio grafico fatto a monte trova riscontro positivo nella realtà, una prova di stampa è un processo preliminare fondamentale, che consente di individuare eventuali errori d’impostazione e, al contempo, di toccare con mano la qualità e l’aspetto finale della confezione.
Proprio per questo, consigliamo sempre di richiedere una prova di stampa prima di avviare il processo di produzione: un passaggio intermedio che ha costi contenuti e che permette di risparmiare tempo e denaro. Approfondiamone gli innumerevoli vantaggi.

Gli errori grafici più frequenti che è possibile evitare con una semplice stampa di prova

Una stampa di prova, specialmente quando si sceglie un nuovo fornitore per il packaging, consente di evitare in modo semplice e veloce una serie di problematiche a livello grafico ed estetico, quali ad esempio:

● un errato posizionamento di scritte, loghi e grafiche, che possono essere tagliate durante il processo di produzione se sono troppo vicine alla linea di taglio o di piega;

● errori di battitura e refusi, specie se sulla confezione vanno riportati ingredienti o istruzioni per l’uso, che all’occhio del cliente finale sono percepiti come indice di scarsa qualità del prodotto, e che quindi proiettano sul brand un’immagine negativa;

● un’immagine o una grafica con una scarsa qualità, che di solito è imputabile all’utilizzo di file di bassa risoluzione e che vanno a inficiare la chiara leggibilità della confezione. In questo caso è inoltre sempre bene informarsi sul tipo di tecnica di stampa che il fornitore adotta, in modo da capire se il progetto grafico si adatta alla perfezione a inchiostri e macchinari;

● una gamma cromatica poco coerente con l’immagine aziendale o che comunque non comunica sensazioni positive. Gli studi preliminari dei colori dei packaging sono fondamentali in una campagna di marketing, poiché la correlazione tra il colore e il marchio ha la capacità di influenzare la scelta dei consumatori. Ecco perché è bene che essi siano ben armonizzati tra loro e non vadano a compromettere la leggibilità dei loghi e delle informazioni presenti sulla confezione;

● un font non leggibile o di dimensioni sbagliate, che è spesso il diretto responsabile di errori di interpretazione dei testi scritti.

I difetti pratici che possono essere corretti con la prova di stampa

Se fino a questo momento abbiamo preso in esame soltanto il lato grafico del packaging, è chiaro che la funzionalità ha comunque peso nella sua bontà e qualità complessiva.
Ordinare al proprio fornitore un packaging di prova consente perciò di verificare anche aspetti come:
● la qualità del materiale;
● la tipologia di pieghe e/o di termosaldature;
● la resistenza della confezione, aspetto sia legato all’utilizzo del prodotto che alla sua conservazione a lungo termine.
Infine, una stampa di prova consente di verificare eventuali difetti nelle sue parti accessorie, come ad esempio le zip apri-e-chiudi, che devono assicurare una facilità di accesso al contenuto.

Quali sono i vantaggi di una prova di stampa preliminare?

Per riepilogare, la richiesta di una prova di stampa al team grafico incaricato della produzione del packaging porta tutta una serie di vantaggi che consentono di risparmiare tempo e denaro nel lungo periodo. Infatti, stampare una prima versione di prova, come abbiamo visto, consente di:

● valutare se la gamma di colori è giusta e coerente sul tipo di formato e materiale prescelto, consentendo eventualmente di modificarli tempestivamente;

● capire la resa grafica del logo e delle scritte, in modo da capire se sono ben leggibili e identificabili dal cliente;

● fare diverse prove con altrettante grafiche, per arrivare a una scelta definitiva qualora si abbiano dei dubbi in fase progettuale;
● verificare se il materiale scelto è quello giusto per la confezione finale, andando a toccare con mano la qualità delle finiture e degli eventuali optional da applicare al packaging (come finestrature trasparenti, scritte opache o zip “apri-e-chiudi”);

● avvalersi dell’esperienza di personale specializzato in realizzazioni grafiche, che verificherà il corretto allineamento dei loghi e delle grafiche, oltre che tutti gli aspetti legati al taglio e all’assemblaggio della confezione, evitando così che si verifichino errori in fase di produzione.
Per questo, con Flexie, puoi ricevere a casa una prima versione del tuo progetto su bobina: 10 metri lineari, nel materiale che ritieni più adatto, per toccare con mano la resa di stampa, valutare la coerenza cromatica e, se sei in dubbio, varie proposte di grafiche. In questo modo, sarà molto più facile arrivare alla versione definitiva da stampare.

Condividi su:

No products in the cart.